Confronto fra ATM Bitcoin

lamassu_bitcoin_atm_15d77c1Gli ATM Bitcoin sono macchine automatiche che offrono l’acquisto e/o la vendita di bitcoins, al 27 giugno 2015 ne esistono 424 in tutto il mondo.

Tutti conoscono gli ATM utilizzati dal circuito bancario per ritirare denaro contante, si tratta di un servizio noto che ha la sua ragione d’essere nel fatto che molti acquisti o trasferimenti di denaro vengono ancora fatti utilizzando la moneta e le banconote a valuta legale. Nel sistema tradizionale, la banca custodisce i risparmi, di cui posso disporre sia attraverso servizi di pagamento o trasferimento (bonifico, carta di debito, assegno, etc.) sia attraverso il ritiro in contante presso lo sportello o l’ATM del circuito bancario.

Gli ATM Bitcoin, oltre ad essere equiparabili come funzioni a quelli tradizionali, rispondono anche ad una ragione di semplificazione del processo di acquisizione dei bitcoins. Infatti acquistare Bitcoin da un ATM è una delle modalità più semplici a disposizione dell’utente interessato ad utilizzare questa nuova moneta digitale. Abbiamo già descritto in altra pagina di questo sito le 3 principali modalità per procurarsi bitcoins. Se per varie ragioni non ho la possibilità di acquisire online bitcoins, e non mi fido di acquistarli di persona da qualche venditore, allora la mia scelta può andare sul cercare l’ATM più vicino a me ed inserire moneta fiat per ricevere in cambio Bitcoin.

Il sito web Coin ATM Radar offre una mappa a livello mondiale della locazione degli ATM Bitcoin esistenti. Inoltre offre numerosi grafici che mostrano l’andamento statistico del mercato degli ATM. Dal primo gennaio 2014 in un anno gli ATM censiti sono passati da 4 unità a 334 con un tasso attuale (al 27/06/2015) di crescita di una nuova unità ogni giorno.

Per quanto rapida sia la crescita del mercato, uno dei fattori che ostacola la diffusione di massa degli ATM e di conseguenza del Bitcoin, è il prezzo di queste macchine. Possiamo verificare nella tabella allegata come i prezzi, soprattutto per le macchine che consentono anche la vendita dal Bitcoin, siano mediamente al di sopra dei 7.000 euro.

Gli ATM Bitcoin oltre ad offrire le funzioni base di acquisto/vendita spesso presentano funzionalità aggiuntive e caratteristiche tecniche che semplificano o migliorano il servizio all’utente. Oltre che dal punto di vista delle funzionalità, le macchine si differenziano dal lato della gestione della sicurezza e del rispetto delle norme anti riciclaggio e di riconoscimento dell’utente, come richiesto  in base alla normativa nazionale nella quale rientra l’ATM a seconda dello Stato in cui si trova.

I produttori di ATM Bitcoin sono 33 a giugno 2015 come censito qui di cui 14 non risulta abbiano venduto ancora una macchina, mentre 9 aziende hanno venduto da 1 a 3 ATM. Il mercato è quindi concentrato nelle mani di poche aziende, le prime quattro detengono quasi il 75% del totale degli ATM installati, ed il market leader Lamassu da solo il 33%.

Tra i produttori c’è anche un’azienda italiana, CoinCapital che ha realizzato il Bit-Wallet.

Quando gli ATM consentono solo l’acquisto di Bitcoin sono detti unidirezionali, mentre quando consentono anche la loro vendita con il ritiro di moneta fiat, sono detti bidirezionali.

Abbiamo realizzato una tabella comparativa fra i primi 10 Bitcoin ATM. Appare evidente come molti produttori forniscono nel loro sito web pochi dettagli sui prodotti, cosa che rende ovviamente la comparazione più difficile.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: