Differenza fra Bitcoin e Sardex

Recentemente un articolo del quotidiano La Repubblica ha accusato le valute regionali, Sardex in primis, di aggirare il fisco.

Molte persone hanno preso posizione in difesa di Sardex, soprattutto su Twitter con l’hashtag #iostoconsardex e la stessa società ha pubblicato ieri la sua risposta alle accuse, argomentando e spiegando il funzionamento del suo Circuito di Credito Commerciale, inoltre un video esplicativo del funzionamento è presente nel  sito www.sardex.net

Come molti hanno messo in luce, nell’articolo di Repubblica si mischiano due cose fondamentalmente diverse: il Sardex e il Bitcoin, accomunate solo dal fatto di non essere una moneta tradizionale, sono per il resto basate su concetti di fondo molto diversi.

Il Sardex è una moneta complementare, una “unità di conto che serve a misurare debiti e crediti” come spiega bene Carlo Mancosu suo co-fondatore, un sistema totalmente legale, con transazioni tracciabili, che ha creato un business sano per le aziende del suo circuito, oltre che occupazione in Sardegna. Un esempio di azienda innovativa che i sardi citano con orgoglio.

Il Bitcoin invece è prima di tutto una tecnologia innovativa a livello mondiale, che costituisce la prima valuta digitale decentralizzata, ovvero priva di intermediari che ne consentano le transazioni. Viene descritta come peer-to-peer perchè il trasferimento di bitcoins fra due soggetti avviene direttamente fra essi, e la registrazione della transazione viene fatta su un registro pubblico, una sorta di libro mastro della contabilità, chiamato Block Chain, che tutti possono consultare (ci sono molti strumenti di esplorazione, per esempio Biteasy).

Gli aspetti legati alla sicurezza delle transazioni del Bitcoin, ed alla sua non replicabilità, sono basati su tecniche crittografiche che danno origine al nome di criptomoneta o meglio criptovaluta. Nella stampa italiana il Bitcoin viene citato solitamente solo in relazione agli aspetti speculativi, che sono oggettivamente legati ai rischi dovuti alla fluttuazione del valore sul mercato. Ma l’aspetto finanziario spesso distrae dal vero potenziale del Bitcoin, che è legato ai vantaggi nelle transazioni: accessibile a tutti, semplice da usare, sicuro, costi minimi, open source, autonomo rispetto alle banche.

Il documento che meglio spiega cosa sia il Bitcoin è anche il primo che sia stato scritto, dal suo inventore che ha utilizzato lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto Bitcoin: A Peer-to-Peer Electronic Cash System

Accusare il Bitcoin di favorire l’evasione fiscale, sarebbe un pò come dire che se evadiamo il fisco la colpa è della moneta, e non del comportamento che decidiamo di attuare.

Il Bitcoin di per sè non viola alcuna legge e molti paesi stanno iniziando a regolamentarlo. In Italia questo non è ancora avvenuto, consigliamo la lettura dell’ottimo articolo di Paolo Luigi Burlone e Riccardo de Caria pubblicato per l’Istituto Bruno Leoni dal titolo “Bitcoin e le altre criptomonete. Inquadramento giuridico e fiscale”

1 comment on “Differenza fra Bitcoin e Sardex”

  1. Pingback: Differenza fra Bitcoin e Sardex | Personali | ...

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: